Top

Islanda in Camper

  >  Viaggi   >  Itinerari   >  Islanda   >  Islanda in Camper

L’Islanda in camper è stata davvero un’esperienza magnifica!
Tutta quella Natura all’ennesima potenza ci ha lasciato veramente a bocca aperta!

Case con i tetti d’erba, cascate impressionanti, acqua che bolle e fumarole da tutte le parti, acque termali, acque fredde, crateri vulcanici, gayser, ghiacciai, iceberg, balene, pulcinelle di mare… insomma une vero e proprio PARADISO TERRESTRE, che consigliamo a tutti gli appassionati della Natura e della Fotografia.

Leggendo questo articolo scoprirai passo per passo come abbiamo realizzato questo nostro sogno, (e si… diciamo sogno perché l’Islanda, non è solo un viaggio, ma per noi, era un vero e proprio sogno che si realizzava), per poter esserti di aiuto nel poterlo realizzare anche te, senza spendere un esagerazione, proprio come abbiamo fatto Noi!

Come prenotare?

Prima di tutto abbiamo prenotato il volo, e noi di solito usiamo Skyskanner, e poi, facendo una bella ricerca di siti che noleggiavano camper online in Islanda, abbiamo trovato questo sito Happy Campers, molto carino graficamente e anche facile da navigare, dove ci siamo trovati benissimo, sia con il prezzo, che con la gentilezza e disponibilità del loro staff, ti vengono a prendere all’aeroporto e poi una volta terminato il noleggio, ti riportano di nuovo all’aeroporto, davvero gentili!

Se per caso decidete di noleggiare il camper da loro, sappiate che non dovete portarvi dietro o comprare sale, zucchero, olio, e quant’altro di prima necessità per farsi qualcosa da mangiare, perché lì da loro troverete tutto, ed è gratis, sarebbe tutto quello che è avanzato, che non è stato aperto ovviamente, dalle persone che ci sono state prima di voi.

Che giro fare?

Per organizzare il nostro giro, ci siamo affidati ad una Guida della Lonely Planet (quella che vedete in foto) gentilmente regalata da una nostra cara amica, e ci siamo trovati benissimo.

In questo libro potete trovare:

  • I consigli degli Esperti
  • I segreti del posto
  • Gli Itinerari Consigliati

Noi abbiamo scelto quello da 10 giorni, un classico, la Hringvegur, strada Statale n. 1.

Islanda in camper, libro Lonely Planet, copertina
Islanda in camper, libro Lonely Planet

Partenza da Reykjavík…

con fermata a Borgarnes prima di arrivare a Stykkishólmur, villaggio affacciato su una baia piena di isolette, uno spettacolo!

Ritorno sulla Statale n. 1, per scoprire i paesini e i paesaggi costieri della Penisola di Tröllaskagi per proseguire poi per Akureyri, la capitale del Nord.

Puntare verso il misterioso Myvatn, e poi tappa a Dettifoss, per ammirare la Potenza della Natura!

Dettifoss, cascata islandese, islanda

Dopo, spingersi ancora a est fino a Borgarfjördur Eystri per incontrare i pulcinella di mare, e rilassarsi a Seydisfjördur per poi affrontare il tratto che si snoda tra dozzine di magici fiordi!

Fermata a Höfn per le aragostine, salite su una motoslitta per scoprire il Vatnajökull e fate un giro nella meravigliosa Laguna Glaciale di Jökulsarlón.

Islanda in camper, jokulsarlon

Poi, fare una bella camminata a Skaftafell, affrontare anche quella di Skögar a Pórsmörk, una interna valle verde. Rientrare sulla Hringvegur e proseguendo verso ovest, uscirne un’altra volta per ammirare la dorsale medio-atlantica e l’antico parlamento al Parco Nazionale di Pingvellir, veramente un parco che lascia a bocca aperta!

Islanda in camper, Parco Nazionale di Pingvellir

Se ti è piaciuto l’articolo, oppure non sei d’accordo con noi, lasciaci un commento in fondo alla pagina, ci piacerebbe tantissimo un Tuo feedback! Grazie!

P.S. Tutte le foto contenute in questo articolo sono state scattate da noi e sono protette da Copyright ©

post a comment