Top

Viaggio in Lapponia in Camper – Quanto costa e Come organizzarlo

  >  Viaggi e Itinerari   >  Europa   >  Viaggio in Lapponia in Camper – Quanto costa e Come organizzarlo
Viaggio in Lapponia in inverno in Camper - aurora boreale

Fare un Viaggio in Lapponia in inverno e vedere l'Aurora Boreale era uno dei nostri sogni, e riuscire a realizzarlo è stata una emozione indimenticabile!

In questo articolo troverete tutto ciò che vi occorre sapere su COME ORGANIZZARE e QUANTO COSTA, UN VIAGGIO IN LAPPONIA IN INVERNO IN CAMPER.

1. Prenotare il Volo

Come SCEGLIERE IL PERIODO MIGLIORE

Prima di iniziare a cercare il camper, innanzitutto bisogna pensare alla prenotazione del volo e tenete presente che tutto questo andrebbe fatto in largo anticipo, circa 6 mesi prima della partenza.

Per determinare il periodo migliore, dipende quello che volete fare, ad esempio, per vedere l’Aurora Boreale, vi consigliamo Febbraio e Marzo, perché il cielo è più limpido, e la possibilità di vederla è molto alta (ma sono anche i mesi più freddi e le temperature scendono fino a -30°).

Oppure potete scegliere la settimana di Natale, (come abbiamo fatto noi) per approfittare di vedere Babbo Natale ed il Villaggio di Santa Claus tutto illuminato e, incrociando le dita, anche la magnifica Aurora Boreale (a temperature molto più contenute 0° / -1° a Rovaniemi, fino a -17° / -20° a Inari).

Scelto il periodo abbiamo prenotato il volo su Skyscanner.

Siamo partiti il 23 Dicembre 2019 e siamo rientrati il 30 Dicembre 2019 spendendo 950,00 € circa totali, in 2 persone andata e ritorno.

Il nostro volo partiva da Fiumicino Aeroporto fino a Rovaniemi, con scalo ad Helsinki e le ore di volo, senza contare gli scali sono circa 6 (se volete dare un occhio ai prezzi dei voli e prenotare, vi abbiamo inserito il banner di Skyscanner).

2. Prenotare il Camper

COME FARE e QUALE COMPAGNIA scegliere

Dopo varie ricerche online, abbiamo prenotato il camper, sul sito web Touring Cars e ci siamo trovati benissimo. Inserisci le date, quanti siete e da dove volete il ritiro e la consegna del veicolo, e il gioco è fatto!

Quello che abbiamo scelto noi è ideale per 2 persone, per vederlo, cliccate qui.

Era effettivamente come ce lo aspettavamo, abbastanza pulito e tenuto molto bene, le gomme erano chiodate (ottime per le strade invernali completamente innevate e ghiacciate della Lapponia), ed era completo di bagno, doccia, cucina e tutti gli accessori per cucinare.

Tra l’altro l’Agenzia per il ritiro del mezzo si trova vicinissimo all’aeroporto, potete andarci anche a piedi! (vedi mappa).

Per 6 giorni di Noleggio compreso di 2 bombole del gas, e assicurazione, abbiamo speso 1373 € circa totali.

3. Organizzare il Viaggio

COSA PORTARE con sé e QUALE ITINERARIO percorrere

In Lapponia in inverno fa molto freddo, le temperature scendono fino a -30°, quindi vi consigliamo di portare con voi, soltanto indumenti termici ed il minimo indispensabile per recuperare spazio nel camper, quindi, facendo un elenco, ecco COSA PORTARE CON SÉ:

  • Un borsone a testa (di quelli morbidi per intenderci) da imbarcare in stiva sul volo; vi consigliamo il borsone morbido perché nel camper non c’è molto spazio e, una volta svuotato, potete richiuderlo, piegarlo e inserirlo comodamente nella stiva, cosa che invece non potete fare con una valigia grossa rigida.
  • Tuta e Guanti da sci o snowboard (ovunque c’è neve, anche per strada) starete belli caldi e in più in Lapponia ci sono anche vari impianti sciistici, quindi potete approfittarne!
  • Indumenti termici (calzini, maglie, pantaloni) da mettere sotto la tuta da sci/snowboard… FONDAMENTALI!
  • Scarponcini adatti per la neve (come già detto la neve è ovunque, ed in dei punti è anche alta) è l’unico modo per non patire freddo ai piedi.
  • Sciarpa e Cappello di lana (anche questi FONDAMENTALI).
  • Uno zaino con macchina fotografica, treppiede e tutto il kit per realizzare foto notturne (fondamentale per fotografare l’Aurora Boreale).
  • E infine, se volete, potete portarvi con voi (da mettere in stiva) una bottiglietta di olio extra vergine di oliva, aglio, qualche bottiglia di vino (perché ci sono pochissimi supermercati che lo vendono), qualche pacco di pasta, per il resto i supermercati sono molto forniti.

Quale Itinerario Percorrere?

Per avere più probabilità di vedere l’Aurora Boreale e immergervi completamente nella cultura sami, vi consigliamo questo itinerario:

Dopo aver ritirato il Camper da Touring Cars a vicino all’Aeroporto di Rovaniemi, la prima tappa è stata la città di Rovaniemi, poi subito al Villaggio di Santa Claus (la curiosità di vedere Babbo Natale in persona era troppa).

Dopodiché siamo saliti verso Levi per visitare il Comprensorio Sciistico, poi siamo saliti ancora fino ad Inari per vedere l’Aurora Boreale, e infine siamo riscesi fino a Rovaniemi per il rientro a casa.

1° Tappa - Il Villaggio di Santa Claus

Il Villaggio di Santa Claus a Rovaniemi
Il Villaggio di Santa Claus a Rovaniemi

La città di Rovaniemi è la più importante della Lapponia, ed in continua espansione per via del turismo.

La cose principali da vedere a Rovaniemi sono il Museo Arkitikum che offre una perfetta introduzione ai misteri di queste latitudini e il Santa Claus Village, a soli 7 km dal centro di Rovaniemi.

La curiosità di vedere Babbo Natale in persona era tantissima, e dopo aver fatto la spesa al Citymarket, siamo andati davanti all’entrata principale del Santa Claus Village.

Di fronte abbiamo trovato, un benzinaio con un ristorante aperto 24h, che ha un parcheggio per i camper abbastanza grosso, tutto in piano, con le colonnine per la corrente, e la possibilità di caricare l’acqua, tutto GRATIS…veramente ottimo!

Così, abbiamo passato la nostra prima notte, qui, davanti il Santa Claus Village, e siamo subito entrati a visitare tutto il Villaggio e ad incontrare Santa Claus

Il Santa Claus Village è un luogo magico, una tappa imperdibile se volete organizzare anche voi un viaggio in Lapponia!

Per incontrare Santa Claus e fare una foto con lui bisogna mettersi in fila nella struttura dove trovi il cartello con scritto “Meet Santa Claus” e aspetti in tuo turno.

Una volta entrati dentro la stanza dove si trova Santa Claus, c’è Lui, seduto su una sedia con i sui capelli e la sua barba bianca lunga, che ti accoglie a braccia aperte, ti saluta e con un sorriso enorme ti chiede “Where are you from?” (Da dove vieni?).

Santa Claus conosce il saluto in ogni lingua, e una volta che gli abbiamo detto che eravamo italiani, ci ha subito detto: “Ciao! Buon Natale!”

All’interno É VIETATO SCATTARE FOTO, video ne farsi i selfie con Santa Claus, ti scattano qualche foto loro, e ogni foto che compri, costa 40 €.

E poi, lo sapevate che il Santa Claus Village, sorge proprio intorno al Circolo Polare Artico?

Il Circolo Polare Artico è la linea di latitudine più meridionale, dove il sole non tramonta mai, o non sorge mai, per almeno un giorno l’anno (sole di mezzanotte in estate oppure notte polare in inverno), chiamato dai finlandesi NAPAPIIRI.

Dentro il Villaggio di Santa Claus questa linea è chiaramente visibile.

É delineata da dei lampioni rossi, e una linea di luci blu (in estate, senza neve, si vede anche una linea bianca in terra).

2° Tappa - Levi

La 2° tappa è Levi, una delle stazioni sciistiche più frequentate della Finlandia.

Per gli appassionati di snowboard e di sci il Comprensorio Sciistico di Levi offre 37,9 km di piste, tutte illuminate e 24 impianti di risalita.

Gli impianti sono aperti dalle 9:30 alle 19:00 (2 ore in più che in Italia) ed il Centro del paesino è piccolo e compatto, con molti Hotel, Ristoranti e Residence moderni.

Il parcheggio per i camper è gratuito, e si trova proprio accanto al paese e agli impianti di risalita!

É stato davvero strano e molto emozionante fare snowboard al buio!

Il comprensorio completamente illuminato, ed il paesaggio intorno a noi sembrava surreale da quanta neve c’era!

L’attrezzatura per fare sci o snowboard la potete noleggiare direttamente dove fate lo skypass, lo trovate di sicuro perché il centro di Levi è piccolo, e la struttura è molto grande.

3° Tappa - Inari

Tramonto con renne, ad Inari, tipico della Lapponia in Inverno
Tramonto con renne, ad Inari

Inari si trova all’estremo nord della Lapponia, ed è un minuscolo villaggio, considerato l’insediamento sámi più importante della Finlandia.

Sorge sulle sponde del lago più grande della Lapponia, l’Inarijärvi, con una superficie di 1084 km² con oltre 3000 isolette che d’inverno si trasforma in una distesa bianca meravigliosa (quella che vedete alle nostre spalle).

Le ore di luce sono sempre meno, albeggia alle 11:30 e tramonta alle 13:30 e anche il freddo è molto più pungente, le temperature sono scese fino a -20°.

Ma è qui che abbiamo realizzato uno dei nostri sogni, vedere l’Aurora Boreale, non è stato per niente facile (anche se ci consideriamo fortunati di averla vista).

La voglia di vedere l’Aurora Boreale era talmente tanta che, appena arrivati ad Inari, siamo subito andati alla ricerca di un Tour che facesse al caso nostro, e ci siamo affidati a Visit Inari.

Il cielo era abbastanza limpido, e così abbiamo prenotato per la sera stessa.

Il tour che abbiamo scelto consisteva nell’essere trainati da una motoslitta, stando comodamente seduti su una slitta, fino all’accampamento in mezzo al bosco, dove attendere l’Aurora Boreale, sorseggiando una bevanda calda e mangiando biscottini.

La partenza era alle 20:30, é durato in totale 2 ore e mezza circa, ed è costato 85 € a persona.

Siccome in inverno è molto freddo, sono comprese anche delle tute termiche da indossare sopra ai propri indumenti (compreso di giacca), dei calzini spessi, degli scarponi adeguati, un cappellino con scalda collo e il casco con visiera.

Purtroppo mentre ci vestivamo per partire, il tempo è cambiato, ed il cielo si è completamente coperto di nuvole e purtroppo non siamo riusciti a vederla.
(Scorri con le frecce per vedere il video e le altre foto)

Nonostante tutto, è stata una esperienza che consigliamo di fare, soprattutto perché il Camp è un luogo magico, ci siamo ritrovati in una tenda tipica della cultura Sami, in mezzo al bosco innevato…una pace e un silenzio meraviglioso!

Il secondo giorno ad Inari, abbiamo deciso di provare l’Husky Experience…

…Anche per questo tour ci siamo affidati a Visit Inari e vi consigliamo di scegliere quello che inizia alle 13 perché, se trovate bel tempo, come è successo a noi, lo scenario al tramonto è mozzafiato!

Il tour dura 3 ore, costa 190 € a persona ed è incluso:

  • Tutto il vestiario necessario per non patire il freddo (da indossare sopra il proprio)
  • Il transfer per arrivare alla Fattoria dove allevano i bellissimi Husky
  • Incontro con gli husky e una breve spiegazione su come guidare la slitta (e già, la slitta la guiderete voi), ma non preoccupatevi è molto semplice e siete costantemente seguiti e aiutati per qualsiasi cosa da uno di loro in motoslitta
  • La corsa con gli husky in mezzo al bosco innevato
  • E per finire una buona bevanda calda con biscottini intorno al fuoco, dentro una tipica capanna in legno finlandese chiamata “kota hut”

Il paesaggio, il silenzio, e il tramonto lo hanno reso indimenticabile (scorri con le frecce per vedere il breve video e ascolta anche l’audio, abbiamo lasciato volutamente quello originale per cercare di farvi provare le stesse emozioni che abbiamo provato noi)

Il freddo era tanto (-17°) ma ne è valsa la pena assolutamente, é stata l’esperienza più bella che abbiamo mai fatto in tutti i nostri viaggi!

E poi, dopo 4 giorni in Lapponia, finalmente l’Aurora Boreale si è fatta vedere in tutto il suo splendore…⠀

Dopo il tour con gli Husky con un tramonto mozzafiato, lo stesso giorno, ci regala un altro spettacolo meraviglioso!

Erano le 21:56 ed il cielo intorno era completamente limpido e pieno di stelle, ci siamo incamminati in mezzo al lago ghiacciato di Inari per andare più al buio possibile, e faceva veramente molto freddo erano -20°.

Ad un certo punto ci fermiamo, iniziamo ad aprire il treppiede, prepariamo la macchina fotografica (molto difficile a quella temperatura poiché con i guanti non riuscivo a maneggiarla bene) ed aspettiamo con il naso all’insù.

Nel cielo c’erano talmente tante stelle che non credevamo hai nostri occhi, e poi all’improvviso vediamo una scia di color grigio/verde, che si muove in lontananza, ci guardiamo e diciamo, è lei, così, impostiamo la nostra reflex, inseriamo l’autoscatto e ci mettiamo in posa (immobili e congelati) ad ammirarla.

L’Aurora Boreale è veramente una cosa strana, quella più strana e stupefacente che abbiamo mai visto fin ora!

Purtroppo eravamo troppo lontani, ci sarebbe piaciuto vederla danzare sopra la nostra testa, ma ci accontentiamo, e tenteremo di rivederla più in là, magari in un altra città e in un altro stato, vedremo…

Comunque vada è stata anche questa un emozione ed esperienza che porteremo sempre nel cuore!

Aurora Boreale ad Inari
Aurora Boreale sopra Inari

4° Tappa - Rientro a Rovaniemi e Pranzo all'Ice Restaurant

Ice Restaurant dentro il Santa Claus Village
Ice Restaurant dentro il Santa Claus Village

Quarta e ultima tappa Rovaniemi e pranzo dentro il Bellissimo Snowman World

Lo Snowman World si trova dentro il Santa Claus Village e dentro è un vero e proprio parco giochi di ghiaccio, con scivoli, sculture di ghiaccio, bar e ristorante, è luogo ideale per grandi e piccini!

É soprannominato IL LUOGO PIÚ FRESCO DEL CIRCOLO POLARE ARTICO ed è possibile visitarlo solo nei mesi invernali (perché è tutto completamente fatto di ghiaccio).

Per entrare ovviamente si paga, e noi abbiamo scelto l’opzione con incluso il pranzo, e ci è costato 49 € a testa.

Abbiamo mangiato una zuppa calda con salmone (che dovevi mangiare in fretta sennò non era più calda), una specie di panna cotta con marmellata di lamponi, acqua e the o caffè compresi.

Il cibo era buono e sinceramente con i vestiti adeguati non abbiamo patito tanto freddo, ovviamente appena finito di mangiare, non ti viene da stare seduti a chiaccherare un altro pò, ma ti alzi, perché sennò il freddo inizia a sentirsi, però è stata una esperienza che vi consigliamo di fare assolutamente!

Dentro lo Snowman World, oltre al Ice Restaurant, potete trovare, Camere in piccoli Igloo dove dormire, l’Ice Bar dove bere un drink in un bicchiere completamente di ghiaccio, Sculture di Neve e di Ghiaccio e un mini parco giochi, per grandi e piccini, con Scivoli di Ghiaccio.

Ice Bar (Bar di Ghiaccio) - Snowman World
Scivolo di ghiaccio - Snowman World
Snowman World all'interno
Scultura di neve con ali - Snowman World
Scultura di ghiaccio - Snowman World

Quello che Hai letto e visto, in questo articolo è tutto frutto di una nostra esperienza personale, nessuno ci ha pagato per scrivere questo articolo.

Grazie per aver letto!😉

Blog di Viaggi e Itinerari, Due Zaini in Viaggio

Se Ti è Piaciuto quello che Hai letto, o hai qualche domanda da farci:

Lascia un Commento qui sotto

oppure
se Pensi che il Nostro Articolo potrebbe essere Utile a Te o a un Tuo amico/a…

...Condividilo!

Lascia un commento

Translate »